Parte terza : Menù principale del Gestore di Progetti di Traduzioni.

L’icona " schedario " del cassettone del Menù WinDi dà accesso alla videata seguente :

3.1. Come realizzare un nuovo progetto di traduzione parola per parola (pulsante " New Translation ").

WinDi non è un traduttore automatico. Non traduce un testo d’un semplice clic. WinDi Doppio Editore " Supporto alla Traduzione ed alla Comprensione " vi propone subito la traduzione di ogni parola del testo, anche in sei lingue. Basta fare clic con il mouse su ogni parola per ottenere la sua traduzione. Tocca quindi a voi tradurre, mentre WinDi vi fornisce il vocabolario necessario. Per un supporto grammaticale più importante, vogliate leggere la settima parte del manuale.

Per realizzare un nuovo progetto di traduzione (parola per parola), facciamo clic con il mouse sul pulsante " New Translation " (Nuova Traduzione) posto nel menù principale del Gestore di Progetti di Traduzioni. Possiamo allora scrivere il testo da tradurre in un editore di testi (vedi la videata successivo in modo ASCII). Posiamo anche inserire un testo che proviene d’un’altra applicazione grazie alle funzioni " Copy-Paste " (Inserire). A questo scopo, basta usare la funzione " Edit " (Editare) e fare clic con il mouse su " Copy " (Copiare).

Possiamo scrivere qualsiasi testo, a condizione di usare una delle lingue previste dalle applicazioni WinDi. Il testo non puo oltrepassare tre pagine (ciò equivale a circa 180 linee). Nel caso fosse più lungo, sarebbe necessario dividere il testo in più " progetti di traduzione ".

È anche possibile aggiungere testo ASCII già esistente : basta usare la funzione " Load File " inclusa nel menù " File " .Possiamo anche accedere a Voice for WinDi dall’editore per sentire il testo.

Una volta scritto o importato il testo da tradurre (in spagnolo ad esempio), facciamo clic con il mouse su " Start New Project " per ottenere la videata seguente:

Questa finestra permette di precisare la lingua in cui il testo da tradurre è scritto.

L’area " From " (A partire di) permette di ridefinire il nome dell’utente. L’area " Subject " (Soggetto) permette di fare riferimento alla creazione d’un nuovo proggetto. La funzione è molto utile, in quanto facilita successivamente la gestione di diversi progetti.

3.2. Come realizzare traduzioni parola per parola.

Nella finestra precedente (o nella finestra " Old Translation " visualizzando i " Vecchi Progetti di Traduzioni ", vedi parte terza, paragrafo 3.6.), facciamo clic su " Start Project " (Iniziare il Progetto). Otterremo la videata seguente :

 

Questa finestra è divisa in due editori di testi (il secondo editore è nascosto dalla finestra di Supporto alla Traduzione). Nell’editore superiore si trova il testo da tradurre parola per parola. L’editore inferiore costituisce l’area in cui scrivere la traduzione (quando un nuovo progetto di traduzione comincia, quest’editore è vuoto).

Possiamo selezionare la lingua in cui il testo verrà tradotto grazie alle opzioni " Lingue ", poi " Tradurre in " comprese nella maniera seguente nel menù principale del Doppio Editore :

Ogni volta che verrà selezionata una lingua, l’applicazione aprirà un nuovo file previsto per questa nuova lingua (un file per lingua).

3.3. Come " compilare " un testo da tradurre.

Compilare rinvia alla " ricerca automatica della traduzione di ogni parola posta nel testo da tradurre ". La compilazione tiene conto d’un gran numero di regole di grammatica per la cui applicazione occorrerà tempo, secondo la lingua. Le forme coniugate tornano all’infinito, e i femminili e plurali tornano al maschile singolare. Questo procedimento è un mezzo efficace per evitare sbagli di traduzione ! Infatti, se un verbo ci viene presentato all’infinito, possiamo facilmente utilizzare l’applicazione WinDi Coniugazione per coniugare a tutti i tempi. A questo scopo, basta solo fare clic sull’icona " Coniugazione " (libri marroni) se la finestra d’Supporto alla Traduzione è presente, o sull’opzione " Coniugazione " posta nel menù principale del Doppio Editore tramite l’elemento " WinDi ".

È possibile compilare un testo da tradurre in una volta sola. Si può altrettanto compilare solamente una parola o una frazione del testo. Selezioniamo col mouse la parte del testo che c’interessa nell’editore superiore. Per selezionare una sola parola, basta cliccarvi due volte sopra.

Quando una parte del testo da tradurre è selezionata, facciamo clic sull’opzione " Traduzione " del menù, e poi su " Compilare ". In questo momento, è possibile scegliere fra la compilazione del testo intero o della frazione selezionata (vedi la videata seguente).

Una videata intermedia (il " WinDi Compiler ") appare. Cercherà la traduzione d’ogni parola contenuta nel testo a partire della base di dati di WinDi e grazie a diverse regole di grammatica.

A compilazione finita, riappare il Doppio Editore. La finestra d’Supporto alla Traduzione è aperta e propone la traduzione della prima parola del testo. L’editore inferiore è vuoto. Per ottenere la traduzione d’ogni parola, facciamo clic con il mouse sulla parola da tradurre. Il risultato della compilazione effetuata da WinDi ci sarà presentato. Sulla pagina seguente, il Doppio Editore è rappresentato senza la finestra dell’Supporto alla Traduzione che presenta il risultato della compilazione. Solo l’utente traduce il testo, WinDi non fa la traduzione al posto suo !

3.4. Come registrare le traduzioni ed usarle in altre applicazioni .

Che abbiate scritto soltanto il testo da tradurre o che abbiate già effettuato la traduzione, non bisogna mai dimenticare di registrare il lavoro. Basta solo fare clic sull’opzione " File " del menù, poi su " Registrare ".

L’opzione "Registrare nel clipboard" è identica alla funzione " Copy " (Copiare). Questa funzione permette di copiare la traduzione nel clipboard per integrarla in un’altra applicazione.

La finestra "Save" appare se lasciate quest’applicazione senza aver registrato in memoria.

3.5. Impiego pratico del Doppio Editore " Supporto alla Traduzione ed alla Comprensione ".

Per motivi di chiarezza, abbiamo modificato la struttura degli editori di testi nella finestra seguente. È possibile modificare le dimensioni delle finestre a piacere. Tuttavia, per tornare alla presentazione d’inizio, usiamo l’opzione " Finestre "del menù del doppio editore.

Ad esempio, abbiamo fatto clic sulla parola italiana " modo " nell’editore superiore, per poterlo tradurre in francese. Se il testo d’origine è già stato compilato la traduzione della parola appare subito. Invece, se la compilazione non é stata ancora attuata, una finestra di compilazione intermedia appare per pochi secondi (WinDi Compiler) a secondo delle capacità del PC.

Le spiegazioni di questa videata sono le seguenti :

-" World to translate " : (Parola da tradurre) : In quest’area appare la parola selezionata nel testo da tradurre. La lingua di questa parola è indicata fra parentesi (nell’esempio : " Italiano ").

-" Word to add " : (Parola da aggiungere) Si tratta della parola che verrà trasferita nell’editore inferiore. La parola di quest’area è la stessa scritta nella zona " Parola da tradurre " se niente è stato inserito nell’area " Traduzione " (vedi punto seguente). Ciò permete di copiare nell’editore di traduzione una parola che non deve essere tradotta. Se una parola è stata selezionata nell’area " Traduzione ", la traduzione di questa parola s’inserisce in quest’area.

-" Translation " :(Traduzione) : In quest’area s’incide il risultato della compilazione realizzata de WinDi per la parola selezionata. Se vengono presentate diverse possibili traduzioni, basta scegliere la più appropriata. Ogni volta che fate clic con il mouse su una parola posta in questa zona, la sua traduzione nella lingua voluta s’incide nella zona " Parola da aggiungere ". Quando facciamo clic sul menù della zona " Traduzione ", posiamo selezionare, fra sette lingue disponibili, la lingua delle parole poste nella lista.

Se un utente traduce un testo dall’italiano al francese, essendo lui-stesso anglofono, il fatto di poter selezionare la lingua delle parole nella lista rappresenta un grosso vantaggio.

Per copiare il contenuto dell’area " Parola da aggiungere " nell’editore di traduzione (editore inferiore), facciamo clic cull’icona " Penna ". La parola verrà incisa nel punto del cursore. Prima di copiare il contenuto della zona " Parola da aggiungere ", piazziamo il cursore nel punto in cui vogliamo vedere apparire la nuova parola.

Se il lessico proposto (nella zona "Traduzione") non ci soddisfa, possiamo fare clic con il mouse sull'icona "libri viola" o su l'opzione " WinDi" nel menù principale per attivare WinDi Dizionari. Se facciamo clic sull'icona "libri marroni" o sull'opzione "Coniugazione" nel menù principale, attiviamo l'applicazione WinDi Coniugazione. Quando abbiamo selezionato la parola o la forma coniugata, inseriamola nel clipboard per poi trasferirla nell'applicazione Doppio Editore. Facciamo poi clic sull'icona "Clipboard verso WinDi". La parola o la forma importata appariranno nell'area "Parola da aggiungere".

 3.6. Gestione delle traduzioni precedenti.

Otteniamo la videata seguente se facciamo clic con il mouse sul pulsante "Old Translation" (Vecchie Traduzioni) posto nel manù principale del Gestore di Progetti di Traduzioni:

:

In questa finestra, tutti i progetti sono registrati. Possiamo quindi utilizzarli di nuovo per modificarli, o per tradurli in altre lingue, ecc. A questo scopo, selezioniamone uno nella lista facendo clic con il mouse. Possiamo anche ricominciare un progetto, basta fare clic su "Restart Project" (Ricominciare un Progetto"). Questa funzione è identica a la creazione di un nuovo progetto di traduzione (vedi capitolo 3.1.).

Possiamo anche cliccare due volte con il mouse in uno spazio vuoto della lista. Accederemo direttamente a l'applicazione de Doppio Editore (vedi capitolo 3.2.).

La lista dei progetti si divide in due zone, il che permette di riconoscere e di recuperare facilemente un vecchio progetto di traduzione. La prima zona indica il numero del progetto e le iniziali dell'utente. La seconda zona, "Subject of the Project" (soggetto del progetto), presente il soggetto del progetto di traduzione, precisato al momento della sua creazione (vedi capitolo 3.1.).In questa finestra, il soggetto è molto importante perchè facilita la gestione dei precedenti progetti di traduzione.

3.7. Come archiviare ed esportare / importare i progetti di traduzione in corso (pulsante "Translation Archives").

Se facciamo clic con il mouse sul pulsante "Translations Archives" (Archivi di traduzioni) posto nel menù principale del Gestore di Progetti di Traduzioni, otteniamo la videata seguente :

 

 In questa finestra vengono presentate due liste che contengono le referenze dei progetti di traduzione. La lista superiore contiene i proggetti archiviati ( pronti a essere impiegati di nuovo, vedi parte terza). La lista inferiore presenta i progetti in corso d'importazione/esportazione.

Lo scopo di quest’applicazione è di facilitare la gestione dei progetti di traduzione e di permettere, per esempio, la registrazione in floppy-disk. Grazie a questo metodo, è possibile comunicare uno o diversi progetti di traduzione ai propri colleghi, soci,…

Immaginiamo che abbiamo creato il progetto 0007HED (soggetto : "semplice testo francese"), e che vogliamo trasferirlo al vostro collega. Bisogna fare clic con il mouse nella lista di progetti per selezionare il progetto voluto. Poi, per definire dove registrare questo progetto, usiate il pulsante "Open" (aprire). Scegliete, per esempio, A : per i floppy-disk. Infine, fate clic con il mouse su "Paste" (Inserire) per duplicare il progetto selezionato.

-Pulsante "Paste" (Inserire) : copia un progetto in un altro punto

-Pulsante "Move" (Spostare) : sposta un progetto in un altro punto.Questa funzione è soprattutto usata per realizzare salvaguardie di progetti.

- Pulsante "Delete" (Cancellare): cancella definitivamente dalla memoria uno o diversi progetti.

-Pulsante "Open" (Aprire) : seleziona il punto dove registrare il progetto, o il punto da dove importare il progetto.

-Freccia: definisce l'archiviazione, cioè da WinDi verso fuori ( freccia verso il basso), o da fuori verso WinDi (freccia verso l'alto).

Il Gestore di Progetti di Traduzioni accetta al massimo 250 progetti di traduzione per ogni iniziale d'utente (vedi capiolo 3.8.). Questi progetti possono essere usati tramite la funzione "Old Translations" (Vecchie traduzioni). Se andiamo oltre, bisogna trasferire o cancellare dalla memoria diversi progetti per poterne aggiunger altri.

Facendo clic con il mouse su tutti i progetti che ci interessano, possiamo selezionare uno o diversi progetti. Possiamo poi spostarli, copiarli o cancellarli dalla memoria in un'unica operazione.

3.8. Definire il nome dell'utente (iniziali) (pulsante "User Name").

 Il pulsante "User Name" del menù principale del Gestore di Progetti di Traduzioni dà accesso a questa finestra :

Questa videata permette di precisare i nomi degli utenti. Basto solo codificare le proprie iniziali e i propri nomi.

Questa finestra permette di precisare il nome degli utenti e d'inserire le proprie iniziali.

Questa funzione permette pure di creare e di archiviare progetti di traduzione con diversi nomi, a secondo del tipo di testo, per esempio. È anche possibile, per i traduttori, rendere più facile la gestione dei propri clienti. Basta introdurre i nomi in una lista.

Nella finestra "Select your name "( Scegliere il vostro nome), viene presentata una lista che contiene tutti gli utenti definiti. Due aree di codifica permettono di aggiungere un nuovo utente. L'area "New Initials permette d'introdurre le iniziali, e la zona "Name" (Nom) permette la codifica di tutto il nome.

-il pulsante "Adda" (Aggiungere) : permette di aggiungere un nuovo nome e le iniziali nella lista$

-il pulsante "Del" (Cancellare): permette di cancellare il nome dell'utente

-il pulsante "Find" (Trovare) : permette di cercare un utente preciso se la lista è lunga..

 

_________________________________________________________________

Logo
Indice.

Visiti il nostro sito Web : http://www.windi7.com