Parte settima: WinDi Traduzione Diretta (WTD) (traduzione interattiva di frasi).

7.1. Principi generali di WinDi Traduzione Diretta (da leggere attentamente).

Quest'applicazione non è un traduttore automatico. Si tratta di un'applicazione interattiva, che ci aiuterà a creare frasi grammaticalmente corrette nella nostra lingua materna, e ad otterne la traduzione nelle sei altre lingue. Non è possibile introdurre frasi in questa applicazione per ottenerne la traduzione in modo automatico. Dobbiamo sempre creare le frasi in modo interattivo con l'aiuto di quest'applicazione. A questo scopo, dobbiamo scegliere una delle strutture grammaticali proposte, e modificarla parola per parola. Questo metodo è l'unico modo affidabile per ottenere una traduzione corretta. Altri metodi fornirebbero traduzioni non adeguate al contesto. In questo modo, le frasi non avrebbero alcun senso o una struttura grammaticale sbagliata.

WinDi Traduzione Diretta (WTD) ci dà la possibilità di creare frasi corrette in una lingua che concosciamo appena o che non conosciamo assolutamente. A questo scopo, WTD ci dà accesso a una serie di frasi dalle strutture diverse (soggetto-verbo-complemente, ecc.), che possiamo integralmente adattare secondo i bisogni di traduzione.Possiamo sostituire, per ogni frase, il soggetto, il verbo, il complemento, l'aggettivo, ecc. con qualsiasi parola compresa in WinDi Dizionari. In questo modo, realizzeremo nuove frasi che saranno perfettamente capite da WTD il quale s'incaricherà della grammatica delle nostre frasi. Le traduzioni ottenute saranno corrette.

Per ragioni di chiarezza e d'efficienza, WTD comprende sette "famiglie" di frasi "tipiche".Quando scegliamo una delle frasi proposte, possiamo costruire +-2,7 1040 frasi ! Infatti, il verbo può essere sostituito da altri 6.000 verbi, esistono 24.000 sostantivi (senza tener conto del loro plurale e femminile eventuali) e circa 6.000 aggettivi, il che rende questo tipo di combinazione possibile con la pultiplicazione degli elementi. Notiamo però che il software non c'impedirà d'introdurre frasi senza senso. È ad esempio pure il caso per la videoscrittura!

Il principio essenziale di cui occorre sempre ricordarci è :"si può esprimere tutto in modo semplice". Se usiamo costruzioni di frasi semplici, siamo sicuri di farci capire…Se non troviamo il tipo di frase di cui abbiamo bisogno fra le frasi proposte da WTD, vale la pena formulare in un'altro modo il messaggio adattandolo agli esempi disponibili in quest'applicazione. Abituarsi a questo principio impiega poco tempo. Procedendo in quel modo, scopriremo in WTD un supporto alla traduzione completo e efficace che ci permetterà di comunicare con altre persone senza barriere linguistiche.

Per evitare manipolazioni inutili nella realizzazione di una nuova frase, consigliamo di modificare ogni elemento nell'ordine seguente:

1. Verbo: prima il verbo coniugato, poi il verbo all'infinito (se esiste)

2.Soggetto: prima l'aggettivo (se esiste), poi il nome.

3.Complemento:prima la preposizione (se esiste), poi l'aggettivo (se esiste), e finalement il nome.

4. Pronome.

Attenzione: quando creiamo un soggetto o un complemento, conviene selezionare prima l'aggettivo (se esiste), poi la preposizione (se esiste, caso del complemento), e infine il nome. Se non procediamo in questo modo, e selezioniamo il nome prima, rischiamo di perdere l'articolo selezionato nelle varianti grammaticali e gli accordi in genere e numero dell'aggettivo. Se dobbiamo modificare la preposizione o l'aggettivo in seguito, occorre selezionare di nuovo il nome per ottenere una traduzione corretta.

7.2. Come accedere a WinDi Traduzione Diretta.

A partire del Menù WinDi e d'ogni applicazione "Menù" presente in ogni applicazione WinDi.

7.3. Prima videata: scelta della frase da modificare e da adattare.

Videata 6.

7.3.1.Selezione della lingua di partenza.

Conviene effetuare le proprie traduzioni a partire della lingua madre. Infatti, se la frase da tradurre è corretta, la traduzione lo sarà pure. Selezioniamo la nostra lingua materna fra le lingue rappresentate nella fila superiore di bandierine, e la lingua in cui la frase verrà tradotta fra quelle rappresentate nella fila inferiore di bandierine. Le bandierine poste nell'angolo superiore destro ci ricordano la nostra scelta. All'inizio, le lingue di partenza e le lingue-target sono quelle selezionate nel Menù WinDi.

7.3.2. Scelta della frase da modificare

Le frasi sono classificate in 7 gruppi. Ogni frase è un esempio di frase possibile a partire dal gruppo cui appartiene.

I gruppi sono :

-Gruppo 1.1. : Frazione di frase introduttiva: senza verbo, permette di realizzare una serie di complementi che introducono la frase (ex.: in seguito al vostro viaggio, nell'ambito delle vostre attività, ecc.)

-Gruppo 1.2. : Voce attiva: il verbo è coniugato alla voce attiva. L'ultima delle frasi proposte in questo gruppo permmette d’aggiungere un complemento direttamente dopo il soggetto.

-Gruppo 1.2.1 :Voce attiva : il verbo coniugato è obbligatoriamente "essere". Viene direttamente seguito da un'aggettivo. Abbiamo la possibilità di aggiungere complementi dopo l'aggettivo.

-Gruppo 1.3. : Voce passiva : il verbo è coniugato alla voce passiva. Le strutture grammaticali sono tuttavia identiche a quelle delle frasi alla voce attiva.

-Gruppo 1.4. : Voce attiva con due verbi (verbo+infinitivo): queste frasi comprendono un verbo coniugato e un verbo all'infinito.

-Gruppo 1.5.: Voce attiva con due verbi : queste frasi contengono due verbi coniugati. Le tre prime frasi cominciano con un nome direttamente seguito dal pronome relativo "che".L'ultima frase inizia con un nome seguito da un verbo direttamente seguito dal pronome relativo "che".

-Gruppo 1.6.: Voce passiva con due verbi : queste frasi contengono due verbi coniugati. La loro strutura è identica a quella delle frasi alla voce attiva con due verbi, però in questo caso il secondo verbo è alla voce passiva.

-Gruppo 2.1. : Voce attiva (altri esempi): le frasi iniziano con un complemento.

-Gruppo 2.2.: Voce attiva con due verbi (altri esempi) : le frasi contengono un verbo coniugato e un verbo all'infinito. Ognuno viene introdotto da un complemento.

Ogni frase può contenere fino a 5 complementi. Un "complemento" è, sia un gruppo di parole composte da : [(preposizione)+articolo+aggettivo+nome], sia un avverbio (demani, pure, ecc.).

Prima d'iniziare la traduzione d'una frase, è molto importante individuare il gruppo cui appartiene. Nello scopo di aiutarci a identificare il tipo di frase che desideriamo tradurre, il pulsante [C], nella prima videata, ci fornirà la struttura grammaticale di ogni frase.

La procedura è la seguente : per tradurre, ad esempio, la frase "leggerò questo libro dopodomani", bisogna sapere se si tratta d'una frase alla voce attiva o passiva ( in questo caso, si tratta della voce attiva), se contiene uno o due verbi (in questo caso uno), e quanti complementi rinchiude (due in questo caso: "questo libro" e "dopo domani"). Scegliamo poi, secondo questi elementi, una frase del gruppo 1.2. (voce attiva), per esempio la frase "Accettiamo le condizioni",e modifichiamo ogni elemento della frase di partenza nella seconda videata, in modo d'ottenere "Leggerò questo libro dopodomani".

Selezioniamo una frase proposta nella prima videata. Basta fare clic con il mouse sulla frase scelta. Arriviamo alla seconda videata, dove possiamo modificare la frase di partenza.

7.3.3. Uso delle altre funzioni WinDi

L'icona "menù" permette d'attivare WinDi Dizionari, WinDi Coniugazione, Voice for WinDi, il Gestore di Progetti di Traduzione, il Doppio Editore e WinDi Browser. Riguardante l'uso di queste funzioni, riferirsi alle parti dedicategli.

7.3.4. Come abbandonare WTD.

Per ridurre WTD ad icona, basta fare clic sull'icona "porta" (prima videata) con il pulsante sinistro del mouse. Per scaricare completamente WTD dalla memoria viva, facciamo clic sulla stessa icona con il pulsante destro del mouse.

7.4. Seconda videata: costruzione e traduzione delle frasi.

Videata 7.

Questa videata ci permette d'adattare la frase in modo adeguato, modificando ogni parola che contiene.

A questo scopo, dobbiamo utilizzare i tre elenchi successivi : "Elemento", "Elemento grammaticale", e"Coniugazione". Ricordiamo che è importante seguire l'ordine degli elementi da modificare, come viene spiegato nel paragrafo 7.1. (Principi generalo di WTD).

7.4.1. Descrizione rapida delle funzioni della videata.

7.4.1.1. Elenco "Elemento"

Quest'elenco presenta il nome di ogni elemento grammaticale contenuto nella frase scelta, nell'ordine d'apparizione. Quando selezioniamo uno degli elementi dell'elenco, la parola corrispondente nella frase appare sotto fondo azzurro. Si può allora sostituirla o cancellarla (area [X]). Se usiamo WTD per la prima volta, all'inizio della traduzione, l'elenco si presenta in modo tale che possiamo cominciare con la modifica del soggetto della frase. Notiamo che ogni elemento viene seguito dalla parola cui corrisponde nella frase ( per esempio, nella videata 7, "Subject" veine seguito da "software"). Lo scopo è di aiutarci ad identificare l'elemento da modificare o cancellare. Ogni volta che un'elemento sarà aggiunto nella frase, apparisce nella lista. Ad esempio, se inseriamo l'aggetivo "bello" nella frase, appare "Agg. (bello)" nella lista, anzichè solamente "Aggetivo 1".

7.4.1.2. Elenco "Elemento grammaticale"

Questa lista cambia secondo l'elemento scelto nella lista "Elemento". Se scegliamo l'elemento "Verbo", l'elenco cambia nome e s'intitola "Verbo" ed otteniamo così una lista di verbi.

Questa procedura vale anche per i pronomi, gli aggetivi, le preposizioni,ecc. In calce all'elenco, è posta un'area di codifica che ci permette di ritrovare facilemente una parola della lista. Basta incidere la parola nell'area finchè essa appaia nell'elenco "fondo azzurro" ( purchè la parola si trovi nel Dizionario dell'Utente)) (Vedi paragrafo seguente).

7.4.1.3. Elenco "Elemento Grammaticale", e accessione alla videata "Selezione di parole" (aggiunta di parole nella lista "Elemento grammaticale" tramite il Dizionario dell'Utente).

L'elenco "Elemento grammaticale" contiene le parole che usiamo più spesso nelle traduzioni. Questa lista è vuota quando WTD viene usato per la prima volta, tranne per l'elemento "Soggetto" ( troveremo i pronomi personali), per i "Pronomi", e per il "Verbo 1" nelle frasi con due verbi ( frase con un verbo coniugato ed un verbo all'infinito, e frase i, cui il verbo 1 è direttamente seguito dal pronome relativo).

La linea *** Open WinDi Dictionaries*** (Aprire i Dizionari WinDi) posta sopra la lista "Elemento Grammaticale" ci permette di creare la nostra lista personale di verbi, di preposizioni, di nomi,ecc. aprendo il dizionario WinDi e importando le parole che ci occorrono in WTD. Facciamo clic con il mouse su questa linea per ottenere la finestra "Word Selection" (Selezione di parole) (vedi la videata 8 in calce). Attenzione : la funzione tiene conto del tipo d'elemento grammaticale selezionato : se abbiamo scelto l'elemento grammaticale "verbo", la finestra darà accesso a tutti i verbi contenuti in WinDi, se invece scegliamo l'elemento grammaticale "aggettivo", la finestra darà accesso a tutti gli aggettivi di WinDi, e così via.

Videata 8.

Questa finestra è divisa in due parti. L'area inferiore ci fà vedere le parole contenute in WinDi Dizionari che appartengono a una categoria grammaticale particolare. L'area superiore è il "User Dictionary" (Dizionario dell'Utente), che contiene le parole di cui abbiamo bisogno per realizzare la traduzione. Questo Dizionario dell'Utente corrisponde all'elenco "Elemento Grammaticale" che appare nella videata 2 di WTD.

Per trivare facilemente la parola da aggiungere nel Dizionario dell'Utente, trascriviamolo nell'area di codifica posta in calce alla finestra, e l'applicazione la troverà automaticamente nella lista.

Non occorre trascrivere l'articolo d’ogni nome che cerchiamo, esso appare comunque davanti al nome. Inoltre, quando cerchiamo un verbo in inglese, evitiamo di tracsriverla preceduta da "to", il che impedirebbe WinDi di ritrovarlo nella base di dati.

Per incidere una o diverse nuove parole nel Dizionario dell'Utente, facciamo clic con il mouse su ogni parola voluta e poi su "Add to User Dic." (Aggiungere nel Dizionario dell'Utente).

Il pulsante "Delete from Dic." (Cancellare dal Dizionario dell'Utente) posta nella videata "Word Selection" (Selezione delle parole) ci permette di sopprimere parole comprese nella lista "Elemento grammaticale", se quest'ultima ne contiene troppo.

Grazie a questa procedura, possiamo creare il nostro proprio strumento di traduzione, che contiene il vocabolario che usiamo spesso. Inoltre, l'applicazione funzionerà più rapidamente e senza usare troppa memoria viva.

Quando tutto il vocabolario voluto è inserito nel Dizionario dell'Utente, facciamo clic con il mouse sull'icona porta per tornare alla prima videata, grazie al quale possiamo creare le proprie frasi.

Per cancellare un'elemento d'una nostra frase, basta fare clic su [X], posto in cima all'elenco "Elemento grammaticale".

Nota: dopo avere aggiunto una parola nel Dizionario dell'Utente, per modificarla tramite l'applicazione WinDi Codifica, dobbiamo Innanzitutto ritirarla dal Dizionario dell'Utente. La parola potrà essere inserita di nuovo nel Dizionario dell'Utente dopo le modifiche portate in WinDi Codifica.

7.4.1.4. "Accordi in genere e numero" (WinDi Grammatica).

Videata 9.

Questo schermo è altretanto disponibile a partire di WinDi Dizionari, quando quest'ultimo presenta un nome, un aggettivo o una preposizione. Per ogni caso, basta fare clic con il mouse sull'icona "libri marroni" posta in ogni area di lingua per ottenere la videata precedente. Essa ci permette di costruire nel dizionario soggetti o complementi. Questa funzione dà accesso a milliardi di combinazioni possibili.

Ogni volta che selezioniamo un nome (soggetto o complemento), accediamo a questa videata che ci presenta la sua forma al plurale e al femminile (se quest'ultimi esistono), oltre alle diverse combinazioni possibili (varianti) riguardando il nome scelto.

Questa videata presenterà il nome selezionato preceduto d'una preposizione (se ne abbiamo selezionata), d'una serie di "varianti" (articoli determinativo, indetreminativo, possessivo, dimostrativo, ecc.), e d'un aggettivo (se ne abbiamo selezionato). Quindi, se scegliamo ad esempio la parola "storia", otteniamo diverse possibilità que potremo incidere nella nostra frase : "questa storia","la mia storia", "ogni storia",ecc.

N.B.:Riguardando la funzione "plurale" in calce alla videata "Accordi in genere e numero", quest'ultima non è disponibile per le parole "colletive" come "zuchero", ecc. e come parole che indicano una qualità ("educazione"…)o un concetto ("natura", "amore",…). Tuttavia, se nell'ambito della nostra attività ci occorre il plurale d'una parola normalmente collettive (es.:gli zuccheri), conviene aggiungerlo nella base di dati tramite WinDi Codifica. Per informazioni supplementari, vedi parte 6, capitolo 6.4. : "Caratteristiche della codifica di nomi comuni".

7.4.1.5. Elenco "Coniugazione".

Grazie a questa lista, possiamo modificare il tempo del verbo selezionato. Basta fare clic con il mouse sul tempo desiderato.

7.4.1.6. Accesso alle altre varianti grammaticali (interrogazione, negazione,ecc.).

Quando realizziamo una modifica / traduzione, abbiamo sempre accesso alle altri varianti grammaticali (negazione, interrogazione, domanda negativa). Basta far clic con il mouse su una delle 4 icone poste sotto la lista "Coniugazione".

Le varianti sono, da sinistra a destra : affermazione (stessa frase di quella posta nella prima videata dell'applicazione) (+); negazione (-); domanda (?); domanda negativa (?-).

Quindi, se la frase che desideriamo costruire è una domanda, possiamo trovare la forma affermativa nella prima videata e la variante di cui abbiamo bisogno al secondo schermo, facendo clic con il mouse sull'icona (?).

7.4.1.7. Traduzione della frase in 7 lingue : pulsante "7".

Videata 10

Una volta creata la frase, possiamo ottenerne la traduzione instantanea in altre 6 lingue ! Basta fare clic con il mouse sul pulsante "7" posto a lato delle "bandierine di lingue". WTD vi presenterà la traduzione della frase in un'area divisa in sette aree di lingua.

Quest'area può servire di clipboard : ogni volta che facciamo clic con il mouse sul pulsante "7", WTD aggiunge la traduzione della nuova frase dietro alle frasi già tradotte.

L'icona "forbici" permette di vuotare l'area. Se non usiamo quest'applicazione, ogni frase rimarrà nel'area finchè abbandoniamo l'applicazione (tranne se la riduciamo ad icona).

Problemi eventuali di questa versione : noti che questa funzione "7" non fornisce sempre risultati perfetti, specialmente quando solo il soggetto della frase è stato modificato. In questo caso, i risultati ottenuti dall'uso di questa funzione "7" non sono garantiti (la variante scelta per il soggetto o il complemento non è sempre identico in tutte le lingue).Questo problema è estremamente complicato da identificare, ma verrà corretto in una versione ulteriore del software.

7.4.1.8. Accesso alle altre funzioni WinDi (videata 7).

WinDi Dizionari, WinDi Coniugazione, WinDi Browser e il Doppio Editore sono accessibili in calce alla videata tramite l'icona Menù. Voice for WinDi è accessibile nelle due zone di traduzione.

7.4.1.9. La funzione "clipboard" (videata 7).

Per importare una frase in un'altra applicazione Windows, basta fare clic sull'icona "WinDi verso Clipboard" posta nelle due zone di traduzione. Usiamo poi la funzione "Paste" (Inserire).

7.4.2. Spiegazioni complementari riguardante la videata 7.

-"Soggetto/nc": Quando quest'elemento viene selezionato, i pronomi personali "io", "tu", "egli" appaiono nella lista "Elemento Grammaticale" oltre gli altri nomi scelti. Badiamo a scegliere il genere ed il numero corretto dei vostri pronomi personali (maschile o femminile, singolare o plurale, ecc.). Questa scelta è molto importante per, ad esempio, l'accordo in genere ed numero dei participi passati italiani e francesi.

Inoltre, quando scegliamo un nuovo soggetto, WTD vi propone, tramite una videata intermedia, diverse varianti (vedi 7.4.1.4.)

- "Aggettivo" : bisogna sempre selezionare l'aggettivo prima di scegliere una variante particolare (nella videata "Accordi in genere e numero"), altrimenti non s'accorda in genere e numero con il nome cui è legato. Ad esempio, se se desideriamo costruire il complemento " i vostri nuovi amici", selezioniamo prima "nuovi", poi "amici" e scegliete finalmente la variante nella videata "Accordi in genere e numero".

-"Pronome" : la funzione del pronome è molto delicata. Scegliamolo con cautela e badiamo che il suo senso sia chiaro. Per il momento, i pronomi possono indicare solo delle persone, non delle cose.La ragione è che un'oggetto può adottare la forma femminile in una lingua e una forma maschile in un'altra! Il pronome impiegato non può essere corretto in ogni lingua, a meno che l'utente non precisi all'applicazione quale nome il pronome sostituisce!

Per utilizzare una costruzione di frase in cui la preposizione è seguita da un pronome (es.: con me, dopo di lui, ecc.), usiamo la terza frase del Gruppo 1.2. (" Il vostra collega arriva con lui in ufficio in pomeriggio".)

-"Verbo" : per le frasi con due verbi (un verbo coniugato e un verbo all'infin ito), la lista "Verbo 1" ci propone circa 150 verbi che sono stati definiti correttamente grammaticalmente riguardante questa costruzione particolare. Non è possibile fare clic con il mouse sulla linea "Open WinDi Dictionaries" per aggiungere verbi in questa lista. È pure il caso per il verbo 1 contenuto nelle frasi composti dalla struttura Soggetto + Verbo 1 + Pronome relativo (that, che, que, daß, dat).

-"Complemento 1": o 2, 3, 4. Il complemento, come il soggetto, è un nome. Quando scegliamo un nuovo complemento, WTD ci propone diverse "varianti" tramite una videata intermedia (vedi punto 7.4.1.4.). Vedi anche "Avverbi" sotto.

-"Preposizione" : è importante sceglierla con più precisione possibile, conta per la qualità di traduzione della frase. Quando scegliamo un verbo che proviene da WinDi Dizionari già seguito da una preposizione (per esempio : servirsi di), non è possibile cambiarla. In questo caso, scegliere una preposizione renderà scorretta la traduzione.

-"Infinito" : quest'elenco è disponibile quando modifichiamo una frase del gruppo 1.4. (voce attiva con due verbi). La lista permette di cambiare la forma infinita contenuta nella frase.

-" Avverbi" : quando abbiamo scelto com'elemento un complemento (1, 2, 3 o 4), possiamo inserire un'avverbio. Abbiamo accesso agli avverbi facendo clic con il mouse sulla lisea ***Open WinDi Dictionaries***. Ad esempio, per aggiungere "oggi" nella propria frase, basta selezionare "Complemento" nella lista "Elemento", fare poi clic su ***Open WinDi Dictionaries***, e di scrivere "oggi" nell'area di codifica della videata "Word Selection" (Selezione delle Parole). Per gli avverbi indicando una nozione temporale (ieri, oggi, ecc.),vi consigliamo d'utilizzare le frasi che cominciano da un complemento (gruppo 2.1. o 2.2.), e d'inserire l'avverbio al posto del primo complemento (es. : Domani, incontrerete il moi collega).

7.5. Note importanti riguardanti quest'applicazione.

Notiamo che "WinDi Traduzione Diretta" comprende certe limitazioni.

Badiamo che, al momento della creazione di frasi complesse con pronomi, ecc., queste frasi siano corrette nella propria lingua madre. In genere, conviene formulare il proprio testo con frasi che possano essere facilmente capite. Se la frase che desiderate tradurre non è conforme alle strutture proposte, proviamo a renderla più semplice. Vedi pure la parte decima "questioni frequenti", domanda 13.

Durante il lavoro, capita che si presenti, nella lingua di traduzione, la serie di caratteri "-???-" invece d'un verbo o d'una variante (soggetto o complemento). Questo messagio significa che la traduzione richiesta, sia oltrepassa le capacità di WTD, sia è impossibile nella lingua di traduzione scelta. Consigliamo di trovare un sinonimo al verbo o alla variante che pone problema.

7.5.1. Inglese.

-I tempi continui non sono ancora disponibili. Inoltre, l'impiego dei tempi in inglese dipende largamente del contesto delle frasi. Sarebbe possibile risolvere questo problema grazie a un sistema di traduzione ancora più interattivo. Però, l'uso impreciso d'un tempo non impedirà di capire il messaggio contenuto in una frase.

-Costruire frasi come "My father's car" rimane impossibile.Un'utente anglofono dovrà invece scrivere"The car of my father". Tale frase non è idiomatica, però verrà tradotta correttamente nelle altre lingue.

7.5.2. Tedesco.

-Qualche sbaglio di declinazione può apparire per i pronomi ed i complementi. Ciò è dovuto a una mancanza momentanea d'informazioni riguardante certi verbi e declinazioni che devono seguirli.

Es.: "Ich danke meinem Professor (dativo)" : questa frase è corretta, l'applicazione sà che il verbo "danken" va seguito d'un complemento al dativo. "Wir erinnern Ihnen (dativo) daß, ...": qui, il pronome "Ihnem" è sbagliato, dovrebbe esserci al suo posto "Sie" (accusativo). L'applicazione non riconosce ancore il verbo "erinnern", però, la traduzione di questa frazione di frase sarà corretta nelle altre lingue.

Qualche altro sbaglio di declinazione è possibile per l'assenza di concetto di "movimento" riguardante certe preposizioni (in, an, auf, unter, vor, hinter, über, neben, zwischen). Infatti, quest'ultime sono seguite da un complemento al dativo se la nozione di "movimento" è assente (Ich bin im Haus - sono a casa), e da un complemento all'accusativo nel caso contrario (Ich gehe ins Haus - vado a casa).

- La costruzione di frase che richiede l'uso del genitivo non è prevista dall'applicazione.

Es. : "Das Gesicht dieses Mannes ist freundlich" non è possibile in WTD. Conviene piuttosto scrivere "Das Gesicht von diesem Mann ist freundlich". Questo tipo di costruzione può sembrare pesante ai germanofoni, però questa frase verrà tradotta correttamente nelle altre lingue.

In conclusione, qualche errore potrà apparire quando un'utente germanofono realizzerà frasi in tedesco.Tuttavia, le traduzioni nelle altre lingue rimarranno corrette. Infatti, non esiste declinazioni nelle altre lingue integrate nel software. Una traduzione realizzata da WDT verso il tedesco non sarà sempre "fluida", ma verrà sempre capita da un corrispondente germanofono.

7.5.3. Spagnolo.

-I verbi come "gustar", "encantar", ecc. che usano un pronome personale (me gusta) non sono correttamente coniugati da WTD.

7.5.4. Portoghese.

-Riguardante le frasi che comprendono il verbo "essere", seguito da un'aggettivo, la differenza fra "ser" (essere - caratteristica permanente) e "estar" (essere - caratteristica momentanea) non è ancora integrata nell'applicazione.

-Negli "Accordi in Genere e Numero", appare "o…deles/delas". La prima opzione corrisponde al possessivo maschile plurale (il loro…a essi), e la seconda al possessivo femminile plurale (il loro… a esse).

7.5.5. Tutte le lingue.

-Nelle frasi che comprendono due verbi coniugati, abbiamo optato per il carattere simultaneo fra i verbi. Infatti, c'è sempre corrispondenza di tempo fra di loro.

-Al momento dell'aggiunta d'un nuovo avverbio, conviene piazzare quest'ultimo all'inizio della frase. Es.: "Domani, io…". Eviterete così problemi di localizzazione di parole nelle diverse lingue.

7.6. Conclusione.

WTD è un’aiuto. Se viene usato correttamente, può dare intera soddisfazione. Possiamo utilizzare WTD in diversi modi : per tradurre un piccolo testo frase per frase, per aiutarci a risolvere un problema di grammatica in una frase ( specialmente quando si tratta di costruzioni difficili come le frasi interrogative o l'accordo e la localizzazione degli aggettivi, ecc.), o per imparare la struttura grammaticale delle frasi nelle lingue straniere.

Con un poco di pratica, l'uso di WTD ci sembrerà più "naturale". Questo strumento molto efficiente, accompagnato di altre funzioni WinDi, può essere usato per trovare soluzione a tutti i bisogni e problemi di traduzione che potremmo incontrare. Possiamo utilizzare WTD come ci piace, e riceviamo in ritorno traduzioni affidabili e di qualità.

Durante la realizzazione di frasi, bisogna prima di tutto rispettare l'ordine degli elementi da modificare, com'è stato spiegato all'inizio di questa parte settima. Questo modo di procedere ci aiuterà a creare frasi rapidamente ed in modo efficace. Se scegliamo, ad esempio, il verbo dopo la preposizione ed il pronome, il nuovo verbo cancellerà a volte la preposizione inserita, e cancellerà sempre il nostro pronome, altrimenti la traduzione rischierebbe d'essere scorretta. Bisognerà in questo caso selezionare di nuovo gli elementi! Se invece rispettiamo l'ordine delle modifiche da realizzare, guadagnamo tempo ed evitiamo le manipolazioni inutili.

WTD ha come caratteristica più interessante il fatto che permette ai suoi utenti di creare testi in lingue che non conoscono. Il risultato ottenuto è sorprendente e di qualità : le frasi create possono essere spedite a corrispondenti stranieri che capiranno molto facilmente il messaggio che gli sarà spedito! WTD si rivela una soluzione ideale per E-Mail, fax, ecc. Vedi Parte Decima "Domande frequenti", domanda 13.

_________________________________________________________________

Logo
Indice.

Visiti il nostro sito Web : http://www.windi7.com